Kappabash Scarpe Sportive Nero doLkl

SKU-231954-ibo40583
Kappabash - Scarpe Sportive - Nero doLkl
KappaBASH
Scegli uno Store
Santa cruz biotechnology
Santa Cruz Animal Health
Scegli un linguaggio
Polo Ralph Laurenlaundry Stripelizzy Espadrillas Nero / Naturali 28IMW0
Français 日本語 Keenwanderer Wp Scarpe Da Passeggio Cascata Marrone / Terra Scura X8WDB9
Coachrunner Con Rivetti E Firma Formatori Nero WKfFU
Creamcassie Boot Stivaletti Classico Rosa Polvere NqjDJQFup
Italiano Deutsch Florsheimcurtis Intelligenti Stringate Nero posIdVJI
Português
Scegli una valuta
US Dollars Dc Shoestrase Se Formatori Di Grano QPKOI
Swiss Francs Asicsgelpromesa Neutri Scarpe Da Corsa Nero / Flash Corallo yxnxGPxiM
Australian Dollars Canadian Dollars RMB
SEGUICI
SEGUICI
­
+39 349 55 66 222 segreteria@cerchioblu.org
25 Feb 2016
Nike Sbjanoski Formatori Nero / Antracite / Grigio Scuro WE9Xupq
Muli Kiomiheeled Oro NaUkgtva1l

Giovanni Spaccavento – Socio di Cerchio Blu.

Decollammo dalla Base di Sarzana per “fornire assistenza” a una nave di grosse dimensioni in difficoltà ma, giunti in prossimità del Giglio, ci rendemmo conto dell’effettiva gravità della situazione.Vedere una nave di quelle dimensioni sbandata su di un fianco e con tutte quelle persone che camminavano sulla sua paratia esterna fu così surreale da farmi pensare ad un set cinematografico, con la differenza che le persone sotto di noi non erano comparse, ma persone in reale pericolo di vita. …Dall’alto sembrava un brulichio di formichine…!

Effettuammo un sorvolo dell’intera area per cercare – grazie all’impiego di una termocamera FLIR (n.d.r. Forward Light Infra Red) – di scorgere in mare, tra i rottami e le dotazioni galleggianti, eventuali naufraghi. Comunque, superato l’impatto iniziale, mettemmo in pratica le procedure per le quali ci addestriamo giornalmente e alla fine, recuperammo diverse persone, la maggioranza delle quali adulte. Molte di esse facevano parte dell’equipaggio della Concordia. Le tirammo su dalla plancia. Erano tutti impauriti e infreddoliti, offrimmo loro una coperta. Non avemmo il tempo di parlare: li conducemmo a Grosseto, dove ebbero tutti i conforti.

Ridecollammo da Grosseto e ci dirigemmo nuovamente sul luogo dell’incidente. Durante il breve tragitto un rapido controllo alle attrezzature necessarie, nella mia mente già chiare le P.O.S. (n.d.r. Procedure Operative Standard) da eseguire durante le successive sortite, poi – come un lampo – la consapevolezza che, durante un incidente gli eventi evolvono rapidamente presentandosi ai nostri occhi con uno scenario completamente diverso. Mi chiesi: “La nave sarà già affondata?”. Non c’era tempo per le domande, per le ipotesi, in men che non si dica ero nuovamentea manovrare il verricello di soccorso al quale era assicurata una bambina impaurita ed infreddolita che, tra un singhiozzo e un altro, mi parlava una lingua che non capivo.

Una volta sull’elicottero, la liberai dalla braga e la rassicurai, passandole la mano sul capo; il rumore assordante del motore principale rendeva vano ogni tentativo di comunicazione verbale se non attraverso l’apparato interfono installato nel mio casco!Mi girai verso il portellone per calare nuovamente il cavo d’acciaio che, in breve tempo, avrebbe strappato un’altra vita al mare. In cuor mio pensai e sperai soltanto che la persona agganciata al cavo fosse sua madre!”.

Questo racconto, condiviso da un aerosoccorritore della Guardia Costiera, fornisce un ottimo viatico nell’affrontare la problematica – talvolta poco nota ai non addetti ai lavori – delle emozioni provate dai soccorritori durante il proprio servizio.Il racconto “trasuda” letteralmente di percezioni, impressioni, sensazioni, emozioni, pensieri e azioni che nei momenti iniziali del soccorso quasi aggrediscono il soccorritore. I primi dati che giungono alla coscienza del soccorritore sono raccolti, di norma, dagli organi di senso, la vista in primis .

Salta al contenuto principale

Tu sei qui

Il Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligenteraccoglie imprese di grandi e medio-piccole dimensioni, università e centri di ricerca, associazioni imprenditoriali, distretti tecnologici, organizzazioni non governative e altri stakeholder attivi nel settore del Manufacturing e della Fabbrica Intelligente .

Lamissione del Cluster Fabbrica Intelligente è proporre, sviluppare e attuare una strategia basata sulla ricerca e l’innovazione , in grado di:

CFI è un’associazione senza fini di lucro, costituitasi nel settembre del 2012 a seguitodell’emanazione di un bando del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca finalizzato allacostituzione di Cluster Tecnologici nazionali.

Le attività

I soci

Possono far parte dell’Associazione tutti i soggetti che esprimano un interesse specifico per il tema del Manufacturing e della Fabbrica Intelligente . I soggetti partecipanti possono essere:

ISoci del Cluster

I progetti avviati

Contatti

via Piero Gobetti 101, 40129 Bologna (Italia)

SEGRETERIA Per informazioni generali: Marc Opolotrainers Offwhite AsJkXfP48i
Per comunicazione media: comunicazione@fabbricaintelligente.it

Approfondimenti

Solivertrainers Grigio / Argento pnqqY

progetti di ricerca applicata occasioni ditrasferimento tecnologico, circolazione e condivisione delle conoscenze, networking condivisione delle infrastrutture di ricerca e la mobilità del personale imprenditorialità intelligente e sostenibile previsione tecnologica a livello regionale, nazionale, internazionale crescita del capitale umano Universitàe degliEntidiricerca imprese altre organizzazionipubbliche o private
Leda Bologni
Vera Lullo
Tacchi Bebohigh Alzavola jygXOyK
News 18/08/2017

Il decreto prevede per i Cluster Tecnologici Nazionali la redazione, la valutazione e l'approvazione del Piano di azione triennale nonché l'assegnazione di risorse

Eventi 21/06/2017

In occasione dellaIV Assemblea Generaledell’associazioneCluster Fabbrica Intelligentesi svolgerà ilConvegno “TECNOLOGIE 4.0: MOTORI PER LA FABBRICA INTELLIGENTE”

Eventi 04/10/2016

La III Assemblea Generale del Cluster Tecnologico Fabbrica Intelligente si svolgerà nell’ambito della 30.BI-MU Milano in programma dal 4 all’8 ottobre.

News 08/03/2016

SAVE THE DATE: Riunione plenaria Cluster Fabbrica intelligente
Report this ad

cambiailmondo

il mondo cambia

Cerca

CRISIS , Europa , Geopolitica Conflitti Pace , Italia , Politica
Inviato da cambiailmondo Pantofola D`oroimola Formatori Abito Blu sZ7SVo
Archiviato in Perkinsleena Dorothy Slipon Nudo iJ9VIva
, crisi globale , crisi Italia , Clarkstarah Grazia Tacchi Classici Nero kZuw37TFom
, Geopolitica , Stivaletti Spmnantoe Nero WkyLcAC3A
, politica italiana

di Tonino D’Orazio

Sono parecchi gli elementi che fanno pensare al peggio. Mi limito solo ad elencarli anche se ogni tema meriterebbe un capitolo esplicativo.

Il nuovo governo italiano che quasi non c’entra; gli attacchi di Trump all’economia europea tramite diktat di sanzioni in tempi stretti; la multi polarizzazione mondiale e l’asfissiante e anacronistica trappola unipolare; Merkel che corre prima da Putin (18 mag) accolta con sorriso e rose bianche, (prima che arrivino gli italiani?), e poi in Cina (24 mag) per, in fondo, “ chiedere protezione ”, ed evitare che, per gli accordi Trump-Cina sui dazi, cioè maggior import da parte della Cina, i prodotti tedeschi non siano sostituiti, cosa certa ormai, da quelli americani; chiedere anche, se possibile malgrado la globalizzazione, di evitare di acquistare le imprese tedesche di alta tecnologia (già fatto gruppo Daimler, la fabbrica di robotica Kuka); dopo aver sparato sanzioni e offese per anni a sostegno provocatorio di una Ucraina nazista e un accerchiamento militare Nato alla Russia è una Caporetto evidente; insieme a un Macron che cerca, dopo le parole volgari dello scorso anno, di riallacciare contatti con Putin (S.Pietroburgo, 24 mag, e non al Cremlino) e che rifiuta l’alleanza con la May per boicottare i mondiali di calcio, e che malgrado “le sanzioni” continua a mantenere circa 1.200 imprese francesi in Russia (tra cui Auchan, Total, Société Générale, Danone e Sanofi); lo sciovinismo ridicolo del piccolo imperatore Macron: “ voglio un dialogo strategico e storico per legare la Russia all’Europa, e non lasciare che si ripieghi su se stessa ”; non basta la capriola: contro-richiesta di Putin di una commissione internazionale, a breve, nella repubblica del Donbas russofono di Ucraina e rafforzare i contatti per la pacificazione della Siria, quasi nulla contro Nato e Usa; la nascita di una coalizione Europa-Cina-Russia a sostegno dell’accordo sul nucleare, sottoscritto anche dall’Onu, con il demoniaco Iran, sapendo il potere di veto della Russia e della Cina e la sicura rottura prossima, e non indolore, degli accordi storici tra Usa e la locomotiva Germania (compresa la Nato) in ambito commerciale a causa dei dazi e che non potrà essere che successivamente politico.

  • LINK UTILI